biscotti - custard_cream_1

5 biscotti burrosi da provare una volta nella vita

In questo articolo ci imbarcheremo in un viaggio attorno al mondo per provare gusti e sapori diversissimi tra loro, ma uniti dall’uso di un ingrediente speciale: il burro. Se provate a rifare i biscotti a casa, vi consiglio dove possibile di usare sempre burro di panna fresca di centrifuga ITALIANO proprio come quello Inalpi. Il burro ottenuto tramite questo metodo ha una qualità superiore rispetto agli altri metodi di produzione.

Custard cream – Inghilterra

 

Il custard cream è un biscotto molto popolare in Inghilterra, spesso abbinato all’afternoon tea.

La ricetta tradizionale offre un riempimento composto da buttercream, una crema molto dolce composta da burro di ottima qualità, zucchero a velo ed un goccio di latte.
Il Custard cream è caratterizzato da un elaborato disegno stampato sul biscotto, disegno originario dell’epoca vittoriana che solitamente rappresenta delle felci.

Potete trovare i custard cream sia nei supermercati che nelle boutique alimentari.

1024px-Koulourakia

Foto di Wikipedia

Koulourakia – Grecia

Il Koulourakia é un tradizionale biscotto greco dal sapore dolce, consumato spesso durante il periodo pasquale per accompagnare tè o caffè.

È un biscotto a base burrosa, spolverato con semi di sesamo e dalla forma a ‘S’ modellata a mano che può ricordare la silhouette di un serpente.

I Minoici adoravano il serpente perché credevano avesse poteri curativi e sembra che il biscotto possa essere creato come omaggio al “divino rettile”.

christmas-cookies-1042540_1280

Gingerbread Man – Paesi Nordici

Avete presente l’Omino di Pan di Zenzero anche noto come Zenzy, il biscotto parlante di pan di zenzero del film Shrek?

Zenzy è un Gingerbread Man, un biscotto fatto di pan di zenzero (farina, zucchero, burro, miele e spezie varie), solitamente a forma di personaggio stilizzato, anche se altre forme, soprattutto quelle legate a Natale e Halloween, sono diventate molto comuni.

La ricetta del pan di zenzero risale al XV secolo, ma i primi biscotti a forma di personaggio risalgono alla corte di Elisabetta I d’Inghilterra, che li aveva richiesti a somiglianza di alcuni dei suoi ospiti più importanti.

Nei Paesi Nordici gli omini di pan di zenzero vengono preparati insieme ai bambini nei freddi pomeriggi invernali, per rispettare la tradizioni dei doni natalizi fatti a mano.

CHINESE ALMOND COOKIES

Chinese almond cookies – China/America

 

Mandorle, zucchero e burro gli ingredienti principali.

I Chinese almond cookies sono un caposaldo della cucina cinese-americana. Meno famosi dei biscotti della fortuna, immeritatamente direi, in quanto sono buonissimi. Il burro lega la farina di mandorle con le mandorle tritate, dandogli un sapore delizioso.

I Chinese almond cookies vengono spesso serviti durante il Capodanno cinese, in quanto simboleggiano soldi e sono portatori di buona fortuna.

 

canestrelli

Foto tratta da http://www.hotelsgenova.it/

Canestrelletto di Torriglia

Ho lasciato per ultimo un biscotto italiano. L’Italia ha una tradizione dolciaria vastissima e molto antica ed essendo difficile scegliere, ho dato priorità ad un biscotto della mia regione, la Liguria, con il Canestrelletto di Torriglia.

Biscotto di frolla a forma di fiore con sei punte viene servito con una spolverata di zucchero a velo.

La prima traccia certa del canestrelletto risale al 1576, quando un mulattiere venne accoltellato e derubato della merce, “un cavagno – cestino – di canestrelli”, che trasportava sulla via pubblica della Trebbia.

Diversamente dal canestrello, il canestrelletto è sottoposto ad un disciplinare che ne regolamenta la produzione, seguendo una specifica ricetta: 300g di Farina tipo ‘0’, 1 Uovo, 250g Burro Italiano, 100g Zucchero, q.b. Rum, q.b. scorza di limone grattugiata.

Ogni anno nel mese di giugno si tiene il festival del Canestrelletto, ovviamente a Torriglia (GE).

 

Articolo di Sonia Figone di Sonia nel paese delle stoviglie.

8 luglio 2017