Gennaro Balice

La mia carriera professionale comincia, effettivamente, con la passione (ahimè, spontanea) per il mio territorio, da sempre radicata nella mia testa. Sin da Adolescente infatti ho scelto dedicarmi alla cura dei terreni di mio nonno; tale esperienza mi è stata fondamentale nel mio persorso in cucina, in quanto input fondamentale nella conoscenza degli alimenti, soprattutto di ortaggi e erbe aromatiche. Mi sono poi spostato, spinto dalla scuola alberghiera che frequentavo, a lavorare prima in sala e successivamente in cucina, nei piccoli ristoranti Minervinesi, dando inizio alla mia gavetta. In seguito ho avuto la possibilità di confronto con un pubblico più ampio e una cucina già affermata, passando da masseria Barbera a villa Carafa. Terminata L' esperienza nella sala ricevimenti sono giunto nuovamente a masseria Barbera, dove ho avuto la fortuna di conciliare la mia prima passione per la terra con L' amore per la cucina.

Masseria Barbera

Nella zona collinare dell’Alta Murgia, lì dove la Puglia confina e si confonde con la Basilicata, e al centro una macchia di vegetazione riposante e protettiva, quasi uno scrigno che nasconde un gioiello tutto da scoprire. Il gioiello infatti appare all’improvviso in fondo a un viale, e prende la forma della Masseria Barbera, una struttura bianca, massiccia e restaurata nel pieno rispetto dell’architettura originaria. Anche all’interno, dove i toni rustici convivono con il garbo e la raffinatezza di alcuni dettagli.

E nelle antiche e spaziose sale in pietra si può ammirare il recupero delle mangiatoie e del monumentale camino, senza tuttavia trascurare l’eleganza dei tovagliati e la nota vezzosa dei fiori di lavanda disposti sui tavoli. Il tutto grazie al buon gusto e sotto lo sguardo vigile del patron, Riccardo Barbera.